Hòios eí

PRODUZIONE:

AKERUSIA DANZA DI NAPOLI E COMPAGNIA EXCURSUS DI NAPOLI

IDEAZIONE E REGIA – HòIOS Eì – POWER GAME – AFFINITA’:

ELENA D’AGUANNO

COREOGRAFIA – HòIOS Eì – POWER GAME – AFFINITA’:

RICKY BONAVITA

INTERPRETI – HòIOS Eì – POWER GAME – AFFINITA’:

  • VALERIO DE VITA
  • RICKY BONAVITA

COREOGRAFIA – SCONTRINCONTRI:

VALERIO DE VITA

INTERPRETI – SCONTRINCONTRI:

  • VALERIO DE VITA
  • EMILIANO PERAZZINI

Hòios eí (ciò che sei) è un invito a lavorare sull’individualità, a sviluppare l’individualità, ma è contemporaneamente un grido di ribellione contro l’appiattimento culturale, contro l’omologazione, contro la standardizzazione. È un appello rivolto agli artisti coinvolti a lavorare sulle proprie emozioni, sul proprio sentire attraverso il corpo, e a trasmettere ciò attraverso il movimento, ognuno secondo la propria modalità e espressione individuale

Power Game “Affinità“ è il sottotitolo con il quale il coreografo descrive in maniera sintetica un passo a due maschile tratto dalla sua opera più ampia „Power_game“. “Basta che uno si dichiari libero, e subito avverte la costrizione. Se osa riconoscere la costrizione, ecco che si sente libero.” (Johann Wolfgang Goethe – Le affinità elettive – Parte 2, cap 5). Siamo in un’epoca in cui il turbine tecnologico è sempre più incalzante e dirompente, eppure le relazioni umane continuano a riproporre le tematiche, i giochi, le dinamiche e le problematiche di sempre;

SCONTRINCONTRI: Anche oggi. Lo sento, è qui, mi vede. Fa il mio stesso lavoro, occupa lo spazio che creo, ora mi segue, ora scompare. Muovendosi in questa stanza disegna forme, esse si mescolano con le mie, rendendole irriconoscibili. E’ diverso, è un’interferenza, e le nostre esistenze sono inconciliabili. Eppure siamo così simili.